Piccoli prestiti Poste Italiane

Oggi come oggi moltissime persone fanno richiesta di avere dei mini finanziamenti, cioè di avere dei prestiti molto piccoli – in genere qualche migliaio di euro – che servono a soddisfare delle esigenze abbastanza piccole come per esempio l’acquisto di una moto, dell’auto usata, piccole spese mediche e via dicendo.

Crescendo la richiesta di mini prestiti è cresciuta anche l’offerta. Un esempio di piccolo prestito sono i Piccoli prestiti Poste Italiane. Di che si tratta?

Il Mini Prestito Poste Italiane consiste in un prestito personale, veloce, semplice, agevole e che viene erogato per mezzo della finanziaria Compass. Si tratta di un prestito che è disponibile in tre diversi importi: uno da mille euro, uno da 2mila euro, uno da 3mila euro, ma tutti hanno la stessa identica durata vale a dire massimo 22 mesi.

La durata del prestito è corta e le rate, a seconda dell’entità del Mini Prestito Poste Italiane, sono da 50 a massimo 150 euro al mese. Si tratta, come si può vedere, di una cifra estremamente accessibile a quasi tutti: ecco perché Mini Prestito Poste Italiane è uno dei prestiti più richiesti fra coloro che abbiano bisogno di una piccola somma di denaro. Veloce da ottenere, richiede poche garanzie, permette di avere a disposizione subito una liquidità di piccole dimensioni.

Chi può accedere a Mini Prestito Poste Italiane?

Tutti i cittadini italiani, che abbiano una PostePay Evolution, di età compresa fra 18 e 70 anni.

Come la maggior parte dei prestiti che sono stati erogati da Poste Italiane, anche il Mini Prestito Poste Italiane viene erogato su PostePay Evolution, e sempre dalla PostePay vengono poi scalate le rate. In alternativa è anche possibile richiedere che l’addebito di Mini Prestito Poste Italiane avvenga sul Conto Banco Posta, se l’utente ne ha già uno.

La rata va pagata il giorno 15 o il giorno 30 del mese, ed è possibile esercitare il recesso da Mini Prestito Poste Italiane, secondo la legge, entro 14 giorni dall’erogazione del prestito.

Per accedere a Mini Prestito Poste Italiane è sufficiente recarsi allo sportello dell’Ufficio Postale, portando un documento d’identità valido, una tessera sanitaria, il documento che attesta il reddito (busta paga, cedolino pensione o reddito autonomo: in questo caso potranno essere richiesti ulteriori accertamenti da parte dell’ufficio).

Per i cittadini stranieri serve anche passaporto e permesso di soggiorno.

Alternativa valida al Mini Prestito di Poste Italiane è anche il Prestito Personale SpecialCash Postepay per liberi professionisti e per lavoratori atipici che non hanno reddito stabile, purché con PostePay Evolution e di età fra 18 e 70 anni.

Ti potrebbe interessare: