Prestiti personali online

Il mondo dei prestiti personali è abbastanza complesso: possono essere richiesti in genere da tutti, e sono sempre e solo senza obbligo di destinazione quindi non bisogna specificare perché li si chiede.

Il denaro, quindi, può essere impiegato come si preferisce, a differenza del prestito finalizzato il quale è vincolato all’acquisto di un certo bene o di un servizio (ad esempio una casa, il matrimonio, gli studi, ecc.).

Come funzionano i prestiti personali online?

I prestiti personali vanno rimborsati a rate secondo un piano di ammortamento che cambia a seconda del reddito e della cifra richiesta. I Prestiti personali online possono essere erogati a fronte di una busta paga, pensione o entrata mensile diretta. In mancanza di questi presupposti, sono necessarie delle garanzie perché la banca possa concedere Prestiti personali online.

Per scegliere il vostro prestito personale su internet, dove attraverso i portali di comparazione potrete controllare le condizioni contrattuali ed effettuare preventivi, consigliamo di controllare sempre bene a quale istituto di credito fare riferimento, di controllare anche le condizioni economiche effettuate (cioè il Tasso annuo nominale, le spese istruttorie eventuali, il TAEG cioè il peso complessivo degli interessi e delle spese aggiuntive). Effettuate sempre una comparazione dei Prestiti personali online prima di scegliere quello che vi sembra più consono: in questo modo potrete valutare fra tutti i preventivi quello che meglio risponde alle vostre esigenze.

Quanti tipi di Prestiti personali online esistono sul mercato?

Diversi, per andare incontro alle esigenze di tutti.

Abbiamo per esempio la cessione del quinto, che consiste in un finanziamento erogato a dipendenti pubblici, privati, pensionati che permette di avere liquidità e di rimborsarla con delle rate mensile che vengono detratte dallo stipendio o dalla pensione direttamente dal datore di lavoro o istituto creditizio: queste rate non possono mai essere superiori al quinto dello stipendio netto.

Il prestito delega di pagamento invece è concesso solo a dipendenti pubblici e privati e mai a pensionati. In questo caso il debito consiste in rate mensili mai superiori a 2/5 dello stipendio.

Il prestito fiduciario viene erogato in genere a lavoratori dipendenti, autonomi, anche a studenti. Non è finalizzato e non viene erogato a cattivi pagatori o protestati.

Il prestito vitalizio ipotecario invece è destinato a chi sia proprietario di case con più di 60 anni; viene concesso un prestito previa iscrizione di ipoteca sull’immobile.

Il prestito può essere rimborsato quando il richiedente è in vita, oppure no: nell’ultimo caso la banca si occupa della vendita dell’abitazione alla morte del debitore.

Ti potrebbe interessare: