Prestiti personali BNL

BNL, Banca Nazionale del Lavoro, offre da sempre tantissime soluzioni diverse per realizzare i sogni dei clienti, che si tratti dell’acquisto di un’auto, di un master universitario, di un matrimonio.

L’offerta è vasta: ci sono prestiti online, veloci, per chi ha fretta di ottenere una somma di denaro, prestiti per studenti, prestiti in agenzia se si preferisce chiedere il finanziamento direttamente ad un operatore. Puoi in ogni momento simulare un preventivo del prestito calcolando la rata di finanziamento direttamente online e ottenendo così un preventivo di spesa per il tuo prestito BNL per capire quale sia il migliore per le tue esigenze.

Quali sono i migliori prestiti personali BNL?

Iniziamo con il Prestito personale ordinario BNL. Si tratta di un prestito che prevede l’erogazione di una somma di denaro da restituire ogni mese. La somma può essere concessa fra i 500 euro ed i 100mila euro, con una durata del piano di rimborso che va da un minimo di 6 mesi fino a 120 mesi. Il prestito BNL è personale e quindi non c’è bisogno di specificare perché lo si richieda, lo si può ottenere per tante finalità diverse fra loro.

Questo prestito può essere concesso a lavoratori dipendenti e anche a lavoratori autonomi e liberi professionisti. La richiesta deve essere effettuata presso la filiale della Banca nazionale del Lavoro per valutare la soluzione migliore.

Quali sono le garanzie per il prestito personale BNL? Innanzitutto se non ritiene sufficiente la busta paga la banca può chiedere delle garanzie alternative, come possono essere la fideiussione, il pegno, l’ipoteca.

Invece le caratteristiche del prestito sono il tasso fisso, quindi la rata resterà sempre la stessa, vincolata, per tutta la durata del finanziamento. Se non si vuole quindi che la rata subisca delle modifiche legate all’andamento del mercato finanziario, questa è la rata sicura.

Inoltre, il prestito personale BNL è modulato sulla base delle esigenze del cliente. Per esempio se il cliente ha bisogno di chiedere la sospensione delle rate, lo può chiedere al massimo tre volte in un anno, e comunque non più di nove volte in totale nel corso della durata del piano di rimborso del prestito personale ordinario.

Il finanziamento quindi viene allungato sulla base dei mesi per i quali si è chiesta la sospensione della rata. Se si vuole è possibile sottoscrivere una polizza facoltativa che copre il credito laddove dovesse avvenire per esempio la perdita del lavoro, l’infortunio, una malattia e situazioni simili.

Ti potrebbe interessare: