E’ possibile ottenere un prestito postepay senza reddito?

Una delle questioni più importanti per chi voglia ottenere un finanziamento sia online che nella modalità classico è: si può ottenere o no un finanziamento senza busta paga? E in particolare in questo articolo vogliamo capire se sia possibile ottenere un prestito con PostePay senza busta paga.

Innanzitutto bisogna fare una considerazione di massima ma molto utile. Che cosa significa ‘senza busta paga?’. Senza busta paga o senza reddito non sono la stessa cosa. Il che significa che quando si parla di prestito senza busta paga, non significa che viene concesso un finanziamento (piccolo o grande che sia) anche senza avere il denaro. Questo è impossibile: non si può accedere a nessuna forma di finanziamento, se non si ha alcun tipo i retribuzione.

Quello che significa prestito senza busta paga è che si tratta del caso di concessione del prestito verso un soggetto che ha una retribuzione, ma non la classica busta paga: per esempio il CUD, o i lavoratori atipici, o i contratti a progetto, quelli stagionali, o i lavoratori in cassa integrazione, sono tutti soggetti che ricevono una forma di reddito ma che non è la classica retribuzione per giusta paga.

Ecco cosa significa la corretta accezione di prestito senza busta paga. Ovviamente non è possibile ottenere nessun prestito, neppure PostePay, senza reddito. Tuttavia lo speciale prestito SpecialCash PostePay può essere concesso anche alle persone che non sono in possesso della busta paga (nei termini che abbiamo specificato sopra). In pratica si tratta di un prestito senza garanzie e che viene concesso da cittadini italiani e stranieri, con qualche specificazione.

In primo luogo SpecialCash PostePay è concesso a:

  • cittadini italiani
  • cittadini stranieri che esibiscano il certificato di reddito, passaporto o permesso di soggiorno
  • avere fra i 18 ed i 70 anni
  • portare la tessera sanitaria e la carta di identità
  • essere in possesso della PostePay sulla quale si accredita la SpecialCash PostePay

In pratica al momento della richiesta di SpecialCash PostePay l’interno capitale (che è di minimo 750 euro e di massimo 1500 euro) viene accreditato sul proprio conto Postepay.

Non si ha bisogno di alcun tipo di garanzia al momento in cui si sottoscrive il finanziamento. La somma erogata va restituita per mezzo di bollettino postale o con conto corrente.

A seconda degli scaglioni di credito erogati, si ha un certo tempo di restituzione per SpecialCash PostePay:

  • se si ottengono 750 euro, entro 15 mesi vanno restituiti 834 euro
  • se si ottengono 1000 euro, entro 20 mesi vanno restituiti 1136,50 euro
  • se si ottengono 1500 euro, entro 24 mesi vanno restituiti 1732,50 euro.

Inoltre si paga una commissione fissa mensile, l’imposta sulla prima rata di SpecialCash PostePay e una imposta di bollo una tantum quando si apre la pratica.

Ti potrebbe interessare: