Piccoli prestiti inpdap

Oggi come oggi non si parla più di piccoli prestiti Inpdap ma di piccoli prestiti Gestione Pubblica erogati direttamente dall’INPS, tuttavia per avere una terminologia comune ed evitare confusione continueremo a chiamarli prestiti INPDAP.

Si tratta in primis di prestiti agevolati, che possono essere richiesti da lavoratori pubblici o da ex lavoratori pubblici, quindi pensionati, che siano regolarmente iscritti al Fondo Credito.

Anche le modalità del rimborso dei piccoli prestiti Inpdap sono molto convenienti: il cliente può scegliere un piano di reintegro da 24, 36 o 48 mensilità a seconda di come sia più comodo. L’importo che viene concesso col piccolo prestito varia a seconda dello stipendio/pensione del richiedente e della durata.

I piccoli prestiti Inpdap in genere vengono concessi per mezzo della cessione del quinto: si tratta di una particolare modalità di prestito per cui il soggetto che vi aderisce acconsente all’addebito diretto della rata sulla pensione o sullo stipendio. La rata, come da nome, non può superare il quinto della pensione o stipendio netto.

I piccoli prestiti Inpdap con cessione del quinto sono estremamente comodi ed in genere vengono erogati anche alle persone che hanno avuto una storia creditizia turbolenta, per esempio un passato da cattivi pagatori: infatti la rata non deve essere versata dal dipendente o dal pensionato ma viene trattenuta direttamente dell’ente pensionistico o dal datore di lavoro, quindi per l’INPDAP si tratta di un prestito garantito e sicuro senza rischi di insolvenza, o con rischi di insolvenza estremamente ridotti.

Il tasso di interesse dei piccoli prestiti Inpdap è molto conveniente, per questo sempre più persone fanno ricordo a questi prestiti. Il tasso di interesse si calcola con tre variabili: il tasso d’interesse nominale, che è di 4,25%, le spese amministrative dello 0,50% ed il premio Fondo Rischio che viene quantificato secondo una tabella, in riferimento alla durata dei piccoli prestiti Inpdap ed all’età di chi lo richiede. Il periodo di rimborso dei piccoli prestiti Inpdap comincia a decorrere dal secondo mese successivo all’erogazione del prestito.

La domanda per i piccoli prestiti Inpdap deve essere effettuata per mezzo della sezione online del sito INPS con accesso per mezzo di credenziali e PIN.

La gestione e concessione dei piccoli prestiti segue la disponibilità del Fondo, quindi non è scontato ottenere i piccoli prestiti Inpdap. I tempi di concessione variano, comunque in genere entro 60 giorni il prestito viene concesso. È possibile anche chiedere l’estinzione anticipata del prestito prima della scadenza sempre nella sezione online.

Ti potrebbe interessare:

Tag